Lo snare del cajon: il rullante

Il cuore del cajon moderno è sicuramente rappresentato dal sistema snare che lo strumento monta. Nella musica etnica tradizionale si trattava di un particolare tipo di supporto, una sonorità in più, infatti il cajon delle origini non è provvisto di tale supporto.

Cajon immagine slide

Nella performance pop-rock, quando il cajon deve emulare la batteria vera, diventa sempre più importante poter disporre di un rullante il più possibile simile al pezzo di batteria, insomma, la capacità di saper imitare lo snare fa davvero la differenza.

Il primo snare system fu inventato dagli spagnoli che iniziarono ad utilizzare il cajon nella musica flamenco. Trattandosi di chitarristi, pensarono bene di dotare lo strumento di corde di chitarra a contatto con la tapa frontale. Il posizionamento di tali corde è a “V”, con la possibilità di regolarne la tensione intervenendo con una chiave. Con il tempo i costruttori di cajon flamenco hanno sperimentato l’installazione di più corde posizionate nei punti più disparati.

Il suono di snare generato da questo sistema risulta essere piuttosto riconoscibile e caratteristico, secco, non molto evidente, senza code, abbastanza difficile da fare uscire.

Poi i tedeschi ebbero la brillante idea di utilizzare direttamente la cordiera del rullante di batteria, posizionata all’interno orizzontalmente, in seguito venne tagliata in due e fissata su un travetto ruotabile. Sicuramente un passo in avanti, ora la somiglianza al rullante di batteria comincia a farsi sempre più evidente.

Fin’ora abbiamo sempre parlato di sistemi interni, posizionati dentro lo strumento. Un bel giorno Guglielmo Eboli, un percussionista italiano, penso’ di fissare esternamente la cordiera di rullante di batteria, in basso, nel suo (bellissimo) Gunja Cajon.

Il sistema snare montato dal Cajon Rock è ispirato a questa sonorità, risulta pero’ essere diverso perchè il suono di rullo generato dalla cassa è più controllato e discreto, monta una retina tagliata e inclinata, non una retina unica, non è fissato con velcro, ma con calamiti e la regolazione non avviene spostando la cordiera ma calibrando l’inclinazione della retina.

About admin

WhatsApp Fai una domanda