Il cajon può suonare come una batteria?

Se sei ancora scettico, beh, dovrai ricrederti: il Cajon puo’ fare la batteria, sopratuttto il Cajon Rock puo’ fare la batteria.

C’è chi ancora pensa che il Cajon sia una specie di ripiego, certo, puo’ esserlo, se in quell’angolino di due metri quadri dove il gestore del pub ha confinato la band, stretto fra l’amplificatore del basso, l’asta del cantante i cazzabibboli del chitarrista e l’ingombrante tastiera a tasti pesati a cui il tastierista non rinuncerebbe neanche morto, non riesci a farci entrare una cassa da 24, un rullante con reggirullante, un tom, un timpano, un ride da 18, un china da 16, un crash da 14 pollici e lo sgabello.

Il cajon ci sta. Umile, leggero, piccolino, ti ci siedi sopra e, se proprio vuoi esagerare, con un piccolo piatto e un chrime, sei a posto.

Il Cajon Rock puo’ sostituire una batteria, naturalmente devi essere un pelino più Zen, un attimino più discreto, un tantino più aperto di vedute. Dovrai ripassare i pattern e rimanere più sobrio, magari inventarti qualche suonino nuovo. Ma il Cajon Rock ha un rullante vero ed una cassa bella compressa che, se colpita come si deve e amplificata con intelligenza, ha la compressione e la profondità giusta per non far rimpiangere la cassa grande.

Io uso il cajon anche sui grandi palchi, pero’ in quelle occasioni l’occhio vuole la sua parte e la virilità del batterista potrebbe rimanere offesa dal limite fisico del poco spazio occupato. Insomma a volte è necessario riempire l’occhio e solo una drum con tre tom, due timpani e trentaquattromila piatti puo’ farlo adeguatamente, in questo caso diciamolo pure: il Cajon Rock non puo’ sostituire la batteria.

About admin

WhatsApp Fai una domanda